mercoledì 24 novembre 2010

il mio castagnaccio


Oh, e questa è davvero una ricetta mia, finalmente.
L'ho sperimentata per molto perchè la volevo semplice e veloce, ma non volevo che il risultato fosse troppo secco, perciò, ecco il risultato delle mie fatiche(se così si può dire).
_ 400 gr farina di castagne
- 2 cucchiai di zucchero
- 1 cucchiaio di zucchero a velo vanigliato
- 150 gr di ricotta di mucca
- 4 cucchiai di olio di semi
- pinoli
- acqua per impastare meglio se gassata
Che dire sullo svolgimento?
Si impasta tutto insieme tranne i pinoli che spargerete alla fine a pioggia sulla superficie, aggiungendo acqua finchè l'impasto non diventa denso ma non liquido, attenzione!
Io suggerisco di metterlo in una tortiera foderata di carta da forno e di farlo cuocere in forno non ventilato a 180° per circa 40 minuti.
Si dice che il dolce è cotto quando iniziano a comparire delle piccole crepe, ma per sicurezza verificate sempre con uno stizzicadente....non come me che ho verificato aprendo una finestra sul bordo........rovinereste l'effetto.....!

per chi ha voglia di patate al forno


Con questo tempo, le patate sono assolutamente indispensabili...la ricetta è chiaramente di Nigella, ma l'ho rivista un attimo per assicurarmi che si potesse fare non solo in maniera più comoda, ma anche più pratica.
Allora, non metto dosi perchè io ho fatto tutto a occhio e in questo caso penso che sia anche meglio.
Allora vi servirnno:
- Patate
- farina di semola di grano duro
- sale
- (bisogna rassegnarsi) strutto o lardo
Per cominciare tagliate le patate a pezzi grossi.
Per intenderci, io di una patata media faccio 3 pezzi badando che siano circa di grandezza simile, se no cuoceranno diversamente.
Fate scaldare intanto il forno ventilato(sarebbe meglio) a 200°C.
Ora, bisognerebbe scottarle in acqua bollente salata per 5 minuti circa, ma io ho visto che metterle per 4 minuti nel microonde con 2 cucchiai d'acqua è ancora più veloce, tanto devono solo lessare, suvvia...
Appena pronte scolatele in un bel colino capiente a buchi grossi e spargete sopra la farina di semolino cercando di scuotere il colapasta contemporaneamente in modo che si coprano uniformemente.
A quel punto buttatele in una grande padella antiaderente a fuoco vivo per almeno 10 minuti girandole spesso, così la crosta si attaccherà bene.
Nella teglia per il forno mettete lo strutto (abbastanza, non fate i timidi:la panatura ne assorbe la maggior parte) e scaldate nel forno per qualche minuto affinchè si sciolga ben bene.
Fatto questo, rovesciate le patate dalla padella alla teglia(o dalla padella nella brace,che dir si voglia) e dopo aver messo una presa di sale infornate per circa 40 minuti avendo cura di mescolare ogni tanto per spargere bene il grasso.
"Grasso", che splendida parola untuosa che ben si sposa con "patata"..........

lunedì 8 novembre 2010

torta al miele senza miele


Non vi capita mai di avere voglia di qualche cosa di dolce,umido, lievitato, burroso magari da intingere nel tè o da affogare sotto un (seee, magari!) grosso cucchiaio di gelato alla crema??
L'altro giorno a me è successo e meno male che ho trovato la ricetta di questo dolce ebraico in un libro di Nigella...
L'ho leggermente modificata, per farla ci vogliono:
- 500gr farina
- 3 cucchiaini di lievito in polvere
- 200gr di zucchero di canna
- 2 uova
- 250 gr di burro
- 300ml o una bottiglietta intera di sciroppo d'acero
- 300ml latte intero
Sbattere le uova a parte in un ciotolina, mettere gli ingredienti asciutti tutti insieme in una terrina piuttosto capiente e porre un tegame sul fuoco con dentro il burro e lo sciroppo d'acero.
Fate scigliere a fuoco basso finchè non si forma uno sciroppone molto denso e poi mescolate tutti gli ingredienti insieme.
Mettete a cuocere in una tortiera a bordi alti imburrata e infarinata a 180° per circa un'ora-un'ora e un quarto o finchè perforandone il centro con lo stuzzicadente non esce asciutto.
A quel punto, mentre aspettate che raffreddi un poco, mettete sul fuoco un pentolino con:
- 3 cucchiai di zucchero di canna
- 2 di zucchero normale
- 50 gr burro
- 150 gr di sciroppo d'acero
Scaldate, fate bollire per 5 minuti e spegnete il fuoco aggiungendo 125 ml di panna.
Amalgamate bene la salsa e versatela senza ritegno sulla torta facendo bene attenzione a farla entrare bene nei punti increspati della pasta e.......
godetevela davvero!

l'arrosto del trappista


Il nome gliel'ha dato mio marito quando mi ha visto che lo cucinavo.
E' in effetti abbastanza incoraggiante vedere tua moglie che affetta grossi pezzi di carne, cipolle e annaffia tutto di birra....
Allora, la ricetta è facile come tutte quelle che preferisco, ma non rapida.
Occorrono:
- 600gr circa di carne di manzo a dadoni
- 4 carote grosse
- 4 grandi cipolle bianche
- 1 lattina di quelle magnum di birra Guinness
- olio di oliva
- 1 pizzico di macis
- sale e pepe nero q.b.

Molti penseranno:"Ma che cavolo è il macis??" e allora ve l'ho fotografato.
Non è una spezia comune, lo ammetto, ma una volta provata io non ho più potuto far senza in casa perchè per gli arrosti è fantastica.
E' il fiore della noce moscata essiccato e io l'ho trovato (con una facilità che mi ha stupito, devo ammettere)in una delle erboristerie più fornite della città.
Dunque, dopo avere pelato cipolle e carote, tagliatele in 4 a pezzi molto grossi e rosolatele nell'olio separatamente, prima le cipolle poi le carote per circa 5 o 6 minuti.
Mettete da parte e fate lo stesso con la carne finchè non è ben scottata su tutti i lati: a questo punto mettete tutto insieme in un tegame bello capiente(di terracotta sarebbe l'ideale, ma non complichiamoci troppo la vita) e coprite con tutta la birra e aggiungete il sale, il pepe e il pizzico di macis.

A questo punto bisogna pazientare a far bollire piano il tegame parzialmente coperto per circa 3 ore...ma in questi giorni di pioggia o in un pomeriggio dedicato alle faccende potrebbe non essere un problema, no?
Anche perchè il risultato (che raccomando di servire caldo e con moooolto pane) vi ripagherà dell'attesa.

biscotti al triplo cioccolato


E dopo una lunga pausa eccomi tornata a tentarvi con un ricetta facile e chiaramente super-ingrassante....
Io, in preda alla frenesia, mescolo tutti gli ingredienti insieme nel frullatore......

- 100gr di burro sciolto
- 150 gr zucchero di canna
- 1 bustina vanillina
- 1 uovo
- 150 gr farina
- 32 gr cacao amaro in polvere
- 1/2 cucchiaino di lievito
- 200gr pezzetti di cioccolato bianco

E quando si sono raffreddati, consiglio di metterli sotto una pioggerella di glassa al cioccolato fatta colare da un cucchiaio! Tanto è facile, si fa mischiando in una ciotolina:
- 75 gr zucchero a velo
- 2 cucchiai di acqua calda
- 1 cucchiaio di cacao
Il brutto è che io adesso che ho imparato a farla la metto su tutti i biscotti che vedo...............................................................................