mercoledì 30 giugno 2010

una zuppetta di pesce semplice




Così si inizia una buona giornata.
Dopo aver fatto la spesuccia di pesce fresco sono tornata a casa a fare la perfetta casalinga.
Io cucino poco il pesce perchè non mi piace da pulire ( e non so fare) e l'odore che lascia in cucina mi disgusta.
Così mi faccio pulire i tranci dal pescivendolo e butto tutto in pentola!!
Ecco perchè faccio le zuppe, devo solo buttarlo dentro, praticamente.
Questa è semplice perchè non ha nè spine nè gusci, quindi anche per i bimbi è l'ideale.
Io, per 2 persone e mezza, l'ho fatta con:
- 1 trancio di coda di rospo tagliato in 4
- 3 etti di gamberi
- 2 fettone di spada tagliate in quattro
- 250gr di seppioline intere
- 1 peperone giallo
- 1 peperone verde
- 3 piccole patate
- 8 pomodorini ciliegia
- 1 piccola bottiglia di sugo pronto di pomodoro
- 2 spicchi d'aglio
- un bel mazzo di erba cipollina fresca
- 1/2 bicchiere di vermouth (martini dry)
- 5 cucchiai di olio di oliva extravergine
- 1 cucchiaino di paprika dolce
- sale e pepe bianco q.b.
Allora, il pesce va solo sciacquato e mentre si fa sfrigolare l'olio con gli spicchi d'aglio, si tagliano le patate a cubetti di 2 cm circa e si buttano subito.
Da sole hanno bisogno di andare a fuoco vivace per 10 minuti circa, poi si buttano i seppiolini, che devono cuocere anche quelli per una decina di minuti.
Poi si può buttare tutto il resto del pesce, la paprika, il sale e il pepe, i pomodorini e i peperoni tagliati a dadini: appena prende a soffriggere, aggiungere il mezzo bicchiere di vermouth e farlo asciugare per circa 5 minuti.
Appena ristretto quest'ultimo aggiungere la salsa di pomodoro e l'erba cipollina tagliata piccola con le forbici,.
Aquesto punto si lascia bollire il tutto per un quarto d'ora al massimo, e attenzione a scuotere il tegame e non mescolare per non rompere i pezzi di spada e la coda di rospo.
Dato che a me non piace sprecare nulla, è mia abitudine servire la zuppa con una bella ciotola di riso lungo bollito (per questa penso sia meglio il riso Uncle Ben's) solo con un pò di sale e condito con un filo d'olio d'oliva.
Servirà per fare la scarpetta al posto del pane............

una crostata senza mattarello


Come piace la crostata ai miei familiari....a me no,perchè odio le marmellate in generale, ma la soddisfazione di farne una bella è comunque tanta.
Peccato che nel momento in cui mi accingevo a farla, "qualcuno" mi ha fregato il matterello da sotto il naso per giocarci e allora mi sono detta:"faccio anche senza!".
In effetti, dato che la pastafrolla è molto malleabile, è una cosa fattibile e , anzi, d'obbligo in caso di altri tipi di ripieni.
L'unico inconveniente è l'estetica delle righe di frolla nella parte superiore....come potete vedere!
in ogni caso,gli ingredienti per la pasta frolla sono:
- 400gr farina
- 200gr burro
- 200gr zucchero (meglio se a velo e vanigliato)
- 2 uova (di cui 1 uovo intero e 1 tuorlo!)
- la scorza di un pò meno di mezzo limone grattugiata
Per impastare tutti gli ingredienti serve che il burro sia in cubetti a temperatura ambiente, ma io mi sono sempre trovata bene anche se il burro era sciolto in un pentolino perchè sono sempre di fretta!
L'unica cosa importante è che sia freddo se no può "cuocere" le uova nell'impasto!!
Una volta impastata è molto comodo farne una palla e metterla in frigo avvolta nel cellophane per una mezz'oretta così si lavora più facilmente col mattarello (chi ce l'ha).
In genere 3/4 della pasta servono per il fondo con cui rivestire la tortiera (imburrata e infarinata, mi raccomando) e il rimanente serve per le strisce di pasta della parte superiore.
Io per il ripieno uso un vasetto intero di marmellata, ma ho avuro buoni risultati anche con 400gr di ricotta dolcificata con 2 cucchiai di zucchero a velo e 1 bustina di vanillina....
Una volta nel forno a 180° si cuoce in una quarantina di minuti (almeno per il mio forno che è ventilato, attenzione), e comunque basta ossservare la doratura del bordo e delle strisce.
Un altro consiglio è riempirla con un vasetto di marmellata di fichi e gherigli di noce sbriciolati insieme a qualche scaglia di cioccolato fondente....ebbene sì, così la mangio anche io!

venerdì 11 giugno 2010

forever muesli...


Meglio tardi che mai, come diceva un vecchio adagio, e infatti torno alla carica con una ricettina che dedico a una mia amica che ha un problema.
Sua figlia mangia troppi cereali e non riesce a farle mangiare molto altro.
So che potrebbe sembrare che io stia gettando benzina sul fuoco, ma adoro i cereali e ritengo che ci sia un modo per renderli più buoni e soprattutto più nutritivi.
Per farla ho utilizzato:
- 200 gr di corn flakes ( ma andrebbe meglio coi fiocchi d'avena che non avevo a disposizione!)
- 150 gr di frutta secca (noci brasiliane, noci, mandorle e pinoli)
- 50 gr di semini vari (semi zucca e sesamo)
- 50 gr di farina di cocco
- 5 cucchiai di sciroppo d'acero
- 2 cucchiai di miele liquido
- 5 cucchiai di olio di semi
- mezzo cucchiaino di zenzero in polvere
I veri patiti del muesli tradizionale possono aggiungere a fine cottura anche 150 gr di frutta disidratata, ma io odio le uvette che mi si attaccano ai denti, e quindi non l'ho fatto.
Facoltativi sono anche ingredienti come cacao in polvere zuccherato, zenzero o cannella...
Si mischia semplicemente tutto insieme in una bella ciotolona amalgamando alla perfezione e si mette a cuocere nel forno a 180° ( anche meno se è elettrico e ventilato) avendo cura di livellare bene nella pirofila foderata di carta da forno il tutto.
Ogni 5 minuti di cottura bisogna andare a girare bene il tutto per far sì che si tosti uniformemente e non solo nella parte superiore e badate che assuma un colore dorato, non marrone scuro.
Dopo circa una mezz'oretta, il risultato è non solo delizioso, ma vi invito caldamente a spargerlo su una ciotola di gelato alla crema......