lunedì 16 maggio 2011

torta all'ananas rovesciata


E questo è un vero e proprio classico degli anni '70.
Chi non ha mai provato a fare la torta rovesciata?
E' buona e riesce sempre bene: io ho fatto una sola variante rispetto alle ricette che ho trovato perchè mi parevano troppo leggere!
Volevo che si sentisse il burro e l'ananas sciogliersi in bocca.
E l'ho ottenuto (dopo molte prove) prendendo una tortiera di metallo (mai usare lo stampo di silicone per questa ricetta!)e mettendola sul fornello: a fuoco lento ho sciolto
- 2 cucchiai di zucchero
- 2 cucchiai di burro
fino a farlo leggermente caramellare o comunque formare una cremina.
A quel punto si dispongono le fette di ananas in cerchio come di rito e sopra ci si versa l'impasto fatto con:
- 1 tazza di yogurt greco
- 3 di farina
- 2 di zucchero
- mezza tazza di succo di ananas
- 3 uova
- 2 cucchiai di olio di semi
- 1 bustina di lievito vanigliato
E poi il tutto si inforna a 180° per circa 40 minuti.
Il bello sta nel fatto che, appena lo stecchino esce asciutto, bisogna tirarla fuori e girarla su di un piatto prima che si raffreddi....e senza bruciarsi entrambe le mani.......

brownies del dopo pasqua


Se pensate di mettervi a dieta dopo le feste pasquali, non tentate nemmeno questa ricetta!!
E' così buona che non riuscirete a fermarvi...
In un pentola dal fondo spesso, mettete a sciogliere sul fuoco:
- 400 gr di uova di pasqua al latte (io avevo quello, ma fate con quello che avete)
- 350 gr di burro
Quando è tutto uniformemente sciolto, lasciate raffeddare un attimo poi aggiungete nello stesso recipiente, mescolando con la frusta:
- 6 uova
- 150 gr zucchero di canna (se usate cioccolato fondente anche il doppio)
- 2 bustine di vanillina
- 1 cucchiaino di sale
- 1 tazza da tè (o 225 gr) di farina
- 200 gr di noci sbriciolate grossolanamente
Mettete il tutto in uno stampo di alluminio leggermente imburrato e fate cuocere in forno a 180° per 25-30 minuti.
Quando è cotta lo stuzzicadente esce asciuttino, anche se il dolce dentro rimarrà decisamente umido e con la superficie cosparsa di piccole crepe.
Tagliate a quadrettoni, spolverate di zucchero a velo, e non programmate alcuna analisi del sangue per il giorno seguente.

martedì 3 maggio 2011

insalata di patate all'americana


Questa ricetta l'ho presa dal sito della famosissima Martha Stewart, anche se ho pensato di modificarlo leggermente per adattarlo al mio palato.
Spesso infatti, gli americani ci danno dentro con spezie che a noi non sono proprio consone, accostando sapori che(a mio parere, sempre) vanno a sovraccaricare le papille.
In questa ricetta ci sarebbe stato il sedano e una moltitudine di spezie secche che ho evitato.
Alla mia maniera, ho fatto così:
- 8 patate piccole (o 4 grosse)
- 1 scalogno
- 3 uova sode
- 1 tazza di piselli lessati
- 1 piccolo peperone rosso dolce
- una bella manciata di prezzemolo tritato
- 1 cucchiaio di aceto di riso ( o di vino)
- sale e pepe bianco q.b.
Lo svolgimento è abbastanza intuitivo, ma specifico un paio di cose.
Le patate è sempre meglio cuocerle lessate con la buccia o al vapore sbucciate per impedirgli di rilasciare troppa acqua alla fine e far sembrare l'insalata una piscinetta.
Io avevo messo l'aceto di riso che è più delicato di quello di vino, ma a vostra discrezione.
Mescolate tutto aggiungendo poca maionese alla volta.
Consiglio importante: farciteci una piadina sfogliata aggiungendo prosciutto cotto o crudo, arrotolate e addentate violentemente...