domenica 18 settembre 2011

rotolo al cioccolato


Ok, penserete che mi sono fissata con lo stesso dolce di ieri, ma quello di oggi è diverso.
L'impasto è quello del pane dolce e si deve lasciare lievitare 1 o 2 ore prima di infornare e si fa con:
- 3 uova
- 3 tazze di farina
- 125 gr burro
- 2 tazze di zucchero
- 1 bustina vanillina
- 1 pizzico di sale
- 1 tazza di latte
- 1 cubetto di lievito di birra
Il lievito di birra si deve sciogliere dentro al latte tiepido mescolando bene, poi si aggiunge al resto per formare una palla che poi deve riposare nel cellophane per almeno 1 ora a temperatura ambiente.
Dopodichè viene il bello.


Bisogna stendere l'impasto col mattarello e riempirlo di cioccolata a pezzi.
Io in casa avevo solo poche gocce di cioccolato fondente e un mucchio di ovetti pasquali rinsecchiti,così li ho tagliati e messi insieme.
Non dò le dosi perchè io sono andata a occhio.
Il cioccolato non è mai troppo...


Formate un rotolo, e poi annodatelo su sè stesso.
Questa forma va poi messa nello stampo da plum cake e cotta in forno a 180° per circa 50 minuti.
Dato che mi si è seccato molto in superficie, suggerisco di spennellarlo col rosso d'uovo prima di cuocerlo.
Ultima raccomandazione: anche se sfornato da mezz'ora, se volete assaggiarlo state attenti alla cioccolata...mi è costata una bella bolla sulla lingua.......................................

venerdì 16 settembre 2011

torta marmorina


Quando penso alla torta marmorina che faceva mia nonna mi rendo conto che non è che avesse un gusto così tanto diverso dalla sua solita ciambella.
E per quanto il suo sapore mi sia rimasto nella memoria,ho voluto provare a cambiare.
Questa ricetta mi sembra che vada, ma in futuro penso proverò a farla col cioccolato fuso.
Intanto provate così:
- 250 gr farina
- 250 gr burro
- 250 gr zucchero
- 4 uova
- 1/2 cucchiaino di bicarbonato
- 1 e 1/2 di lievito
- 1 fialetta di aroma alla mandorla
- 2 cucchiai di latte
- 2 cucchiai di cacao dolce
- 2 cucchiai di caffè istantaneo
- 1 bustina di vanillina
In una tazza mescolare cacao, caffè e latte fino a formare una cremina.
In un recipiente grande invece impastare tutto il resto e poi metterlo uno stampo da plumk cake.
Prima ne versate una metà, poi la cioccolata e infine quello che rimane dell'impasto chiaro.
Per queste torte io adoro le forme al silicone perchè permettono di avere una cottura uniforme e danno al dolce una forma ben definita.
Purtroppo il mio non è venuto benissimo perchè mi ero dimanticata di impostare la temperatura giusta del forno......cioè di 180° per circa 35 minuti......ma per fortuna il guaio era puramente estetico.........................................

mercoledì 14 settembre 2011

una serata a base di piadina


Eh bè, da brava romagnola, questa ricetta non poteva mancare.
Specifico che quando io faccio la piadina, ne faccio circa per mezzo kg di farina per fare anche tanti crescioni ripieni che poi metto in freezer per le serate solitarie.
Allora, ci vogliono:
- 500 gr farina
- 1 dose di lievito per torte salate
- 120 gr strutto( e su questo non transigo)
- 1 cucchiaino di miele
- 1 pizzico di bicarbonato
- 2 cucchiaini di sale
- circa 350 gr di acqua mista a latte intero (circa metà e metà)
Si impasta il tutto bene e si mette in un bel sacchetto di plastica di quelli per conservare i cibi in freezer.
Il sacchetto va tenuto in un luogo fresco per qualche ora, o mezza giornata (anche in frigo in alto va bene).
Poi si staccano delle belle palline, si stendono col mattarello e si cuociono sul famoso testo, ma una piastra calda o una padella antiaderente va benissimo lo stesso.
Chiaramente se volete fare i crescioni bisogna tirarle un pò più grandi per poi riempirle e chiuderle a mezzaluna.
L'unica cosa che ci tengo a consigliare è che il ripieno deve essere asciutto e poco acquoso, se no in cottura viene fuori un disastro.
Quindi la mozzarella deve essere in panetto e il sugo molto "tirato".
Io li faccio con pomodoro e mozzarella,ma si possono usare anche spinaci e salsiccia, erbette e ricotta, zucca e patate, patate e salsiccia, verdure miste, radicchio e pancetta........................................................

martedì 13 settembre 2011

budino di croissant

Come tutti ( ma a me accade più spesso) mi sono fatta fregare dall'ennesimo prodotto biologico-salutare.
Avevo comprato delle brioches senza zucchero,uova e latte pensando che fosse una più sana colazione per il mio bimbo rispetto a quelle industriali.
E sarebbe stato sicuramente vero, se non fosse stato per il sapore delle merendine in questione...
Come utilizzare dei piccoli,salutari e secchi croissant dal sapore di segatura?Ma ovvio!
Facendoli diventare un budino! Che, tengo a specificare, sarebbe venuto meglio se le brioches fossero state di quelle buone piene di burro...
La ricetta è frutto di un incrocio fra quella che mi diede un amico anni fa e una recente di Nigella.
In breve, quella dell'amico era troppo leggera e quella di Nigella troppo piccola.
Così, ho provato con:
- 4 croissant (ma l'amico prevedeva piccoli plum-cake, fate voi basta che si imbevano bene di latte)
- 250 ml di latte intero
- 200 ml panna (ecco, questa nella ricetta dell'amico non c'era)- 2 cucchiai di brandy o rum
- 4 uova
- 150 gr di zucchero
- 2 cucchiai di acqua
Per prima cosa mettere sul fuoco un pentolino con l'acqua e lo zucchero e lasciare che bolla facendo il caramello bruno e poi spegnere.
Il caramello si versa subito nel recipiente di cottura, cioè nella terrina che userete per cuocere il tutto perchè dopo il dolce non va sformato, ma mangiato lì dentro.
In una terrina mettere le uova sbattute, il latte, la panna e il liquore mescolando bene.Anche se il caramello si è solidificato nel fondo della tortiera, non c'è da preoccuparsi, si scioglierà nel forno!
Spezzettate le merendine nella tortiera e versateci tutto il liquido sopra.Poi mettete tutto nel forno a 180° per 20 minuti.
Nigella dice di mangiarlo molto caldo, ma io vi consiglio di assaggiarlo freddo perchè assomiglia molto a un creme caramel.....più pesante e calorico, certo, ma somigliante.................................................