lunedì 17 gennaio 2011

i Miei Biscotti Integrali



Avete presente quei bei biscottoni grezzi pieni di frutta secca?
Mi sono inventata una ricetta l'altro giorno che mi pare funzioni:
- 400gr farina integrale
- 200gr burro
- 100gr zucchero di canna
- 100gr zucchero moscovado
- 1 cucchiaino di lievito vanigliato
- 1 bustina vanillina
- 2 uova
- 1/2 tazza pinoli
- 1/2 tazza noci
- 1/2 tazza mandorle
Si impasta come una pasta frolla e poi si aggiunge per ultima la frutta secca.
Con un dosa gelato si fanno le palline di impasto e poi si schiacciano col pugno su una placca rivestita di carta da forno e si cuociono a 180° per circa 15 minuti o finchè non iniziano a dorare leggermente.
Appena sfornati e inzuppati in un bel bicchiere di latte.....sono un vero conforto....

il pizza-sformato



La fonte di questa stranezza è chiaramente Nigella, ma ho provveduto a fare qualche modifica.
Questa pietanza non ha una vera e propria collocazione come secondo o piatto unico, ma è sostanziosa e soprattutto ai bambini piace...che è importante!
E' molto veloce perchè si sbattono insieme:
- 100 gr di farina
- 1 tazza di latte
- 1 uovo
- un pizzico di sale
- 1/2 tazza di parmigiano o grana grattugiato
e si mette l'impasto in una terrina da forno piccola precedentemente imburrata.
Si inforna a 200° per circa 30 minuti poi si tira fuori e si cosparge velocemente con:
- 1/2 tazza di grana grattugiato grosso tipo julienne
- 7-8 fette di salame(piccante sarebbe meglio,ma in presenza di bambini....)o fette di peperoni grigliati sott'olio...o tutt'e due....
e si rimette nel forno per altri 2-3 minuti.
Io personalmente lo vedo bene anche come menu per una cena davanti alla tv accompagnato da una birra......

Gamberoni alla creola


E questa va segnata sul calendario.
E' stata la prima volta nella mia vita che pulivo del pesce.
Anche se i gamberoni non sono bestie difficili, comunque vanno sgusciati e privati del filetto nero che hanno sulla schiena.
Per fortuna che il resto della ricetta è veloce.
Servono:
- 1kg circa di gamberoni puliti come sopra
- 1 cipolla grossa
- 1 peperone dolce
- 4 pomodori tagliati a pezzi (o polpa a pezzettoni, mezzo barattolo)
- 4 cucchiaini di salsa Worchester
- 1 cucchiaino di Tabasco
- 1 cucchiaio di paprika
- 2 cucchiai di farina di mais (tipo da polenta)
- 5 cucchiai di acqua fredda
- 2 cucchiai di burro
- riso bianco bollito
Ci vogliono 2 padelle di cui una bordi un pò alti.
>
In quest'ultima iniziare a soffriggere nel burro la cipolla, poi aggiungere i pomodori e i peperoni tagliati a quadrettini, le spezie e le salse.
Bisogna soffriggere il tutto finchè non cala di volume della metà, quindi fatelo bollire senza coperchio.
In un'altra padella sciogliuete il burro e fate cuocere i gamberoni saltandoli con un pizzico di sale (bastano 4 minuti) e lasciate da parte.
Quando il sugo è ridotto abbastanza (almeno ci vorrà mezz'ora) prendere una tazza e mescolarci dentro la farina di mais con i cucchiai di acqua fredda e aggiungere la pappetta al sugo facendo bollire per un altro quarto d'ora.
Nell'ultimo minuto di cottura unire anche i gamberoni e regolare di sale e di pepe.......e di peperoncino, se non è ancora abbastanza piccante.....per questo si serve col riso bianco...per spegnere il fuoco.........

Apple Pie!



E come non provare a fare questo classicone della cucina americana??
Peraltro facile come una crostata e scenografico (che è quello che piace a me!) come un cartone animato.
Se provate, vi sentirete come nonna Papera e vi verrà voglia di farla raffreddare sul davanzale della finestra come faceva lei.......
Si comincia facendo un piccolo impasto con:
- 350 gr farina
- 200gr di burro
- una presa di sale fino
che poi si mette a riposare nel frigo intanto che che si sbucciano le mele.
Per il ripieno servono:
- 4 mele grosse
- 3 cucchiai scarsi di farina
- 100 gr di zucchero semolato
- la scorza di un limone
- una spolverata di cannella (se piace, a me no, di conseguenza non l'ho messa)
Consiglio di farla in uno stampo che poi verrà usato anche per servirla, perchè spostarla sarebbe rischioso....
Dividete l'impasto in 2 parti fate 2 dischi: con uno si deve foderare il fondo e le pareti della tortiera (bucatele con una forchetta leggermente) e l'altro andrà a chiudere la parte sopra (e forate col coltello anche questo per fare uscire i vapori di cottura dell'interno!!).
Tagliate le mele a fettine sottili e mescolatele alla farina, lo zucchero e la scorza di limone e riempite la torta.
Chiudete bene i 2 dischi nei bordi magari schiacciandoli anche con i rebbi di una forchetta e poi prendete:
-1 uovo
- 1-2 cucchai di zucchero di canna
Sbattendo l'uovo leggermente spennellate la superficie della torta e poi cospargetelo dei zucchero di canna.
La cottura si deve fare a 200° per 30 minuti per poi portare il forno a 180° per altri 15 minuti circa.
Unica avvertenza: aspettate che si raffreddi bene, prima di mangiarla...il ripieno è ustionante...l'ho imparato a mie spese...........

mercoledì 12 gennaio 2011

muffin banana-cioccolato



E dopo le cose complicate ci si consola con le cose semplici e soprattutto veloci.
Perchè i muffin sono al cosa più veloce del mondo da preparare.
Io in genere metto tutti gli ingredienti secchi in una ciotola e gli umidi in un'altra, li unisco mescolando a mano con un cucchiaio o una frusta e il gioco è fatto.
Per velocizzare ancora di più nella mia teglia per muffin metto già i pirottini di carta per non stare sempre a imburrare e infarinare e faticare poi a togliere il muffin cotto senza romperlo e, per finire, metto l'impasto nei pirottini con un attrezzo per fare le palline di gelato così non mi sporco le mani.

Quindi, nella ciotola dei secchi metto:
- 250 gr farina
- 1 cucchiaino di lievito
- 100gr zucchero
- 100gr di gocce di cioccolato fondente
Negli umidi invece:
- 3 banane mature schiacciate
- 125 ml di olio vegetale
- 2 uova
Et voilà...in forno a 200° per 20 minuti........

pollo dei miei sogni in fricassea


Quando ho un mucchio di tempo da perdere, cosa che non succede spesso, mi piace cimentarmi con la cucina francese. La adoro.
Quello che normalmente scoraggia davanti a una ricetta come questa è che sembra difficilissima e lunghissima.
Per quanto riguarda l'ultima in realtà è vero, ma solo perchè bisogna sempre stare a spostare, soffriggere, colare, bollire in maniera separata la carne, dal contorno, dal sugo; perciò non c'è nulla di realmente difficile, ma solo di brigoso in termini di tempo e soprattutto di pentolini.
Ma quello che però questa ricetta assicura è il risultato: paradisiaco.
E come tutte le cose paradisiache.....molto calorico!
Allora:
- circa 1 kg o più di pollo a pezzi(io ho usato solo cosce)
- 50 gr di burro(quello bello giallo biologico sarebbe ottimo)
- 1/2 bicchiere di olio d'oliva
- 2 cucchiai di farina
- circa 800 ml di brodo di pollo
- una manciata di spezie secche tipo salvia, maggiorana, erba cipollina(che per comodità sarebbe meglio mettere in una garza e chiudere a sacchettino
- 200gr funghi freschi tipo champignon
- 10-15 cipolline piccole pelate(io ho usato le borettane e le rosse piccole ma mi si sono aperte, pazienza)
- 1 cucchiaino di zucchero
- 1 cucchiaino di succo di limone
- 250ml di vino bianco secco
- 100 ml di panna (poco più di mezzo bicchiere)
- sale e pepe bianco
Dunque si va ad incominciare. vi serviranno di sicuro:
- 1 padella larga e dai bordi un pò alti
- 1 padella più piccola
- 1 ciotola
- 1 colino a maglie fitte
Ma sì, dai, non è così difficile.
Nella padella più grande si fa sciogliere la metà del burro e l'olio e ci si fa rosolare il pollo un pochino. Dal colino fate cadere la farina per infarinarlo mentre cuoce in modo uniforme e fategli fare la crosticina per almeno 5 minuti.
A quel punto si versa il vino e il brodo e le erbe aromatiche(consiglio di nuovo di insacchettarle, io non l'avevo fatto e ho dovuto filtrare il sugo alla fine: consiglio di rompere una bustina di tè, svuotarla e usare quella legandola col suo spago..che testa che ho!)e si fa bollire per 30 minuti.
Nel frattempo, nell'altra padella si scioglie il burro rimasto e ci si rosolano i funghi col limone per 4 minuti (niente paura, non si attaccano.in 1 minuto buttano fuori la loro acqua).
Con un mestolo forato, si tolgono i funghi dalla padella e si aggiungono le cipolline con 1 bicchiere d'acqua e lo zucchero per 10 minuti dall'ebollizione per poi rimetterli insieme ai funghi.
E ora la parte migliore...si toglie il pollo dal suo sugo e lo si mette in un piatto ad aspettare la sua fine.
Il suo sughetto bisogna metterlo a fiamma alta per farlo restringere della metà circa o finchè lo trovate abbastanza denso come piace a voi, si aggiunge la panna e si cuoce per 2 minuti aggiustando tutto si sale e pepe.
Ora (godendo) mettete il pollo sopra a un letto di funghi e cipolle e cospargetelo della salsa (tremenda) che avete appena fatto e ......bon appetit!