venerdì 7 novembre 2014

Marmellata natalizia

             
Ovvero marmellata mela-uvetta-cannella-pinoli.
Sì, aveva un nome talmente lungo che 'natalizia' è meglio.
Ho iniziato ad avere una passione per le marmellate: mettere pentoloni sul fornellone, aggiungendo di tutto  per poi far bollire il calderone...lo trovo rilassante.
Io poi non aggiungo pectine, bustine o gelatine.
Preferisco un prodotto genuino e senza aggiunta di conservanti, in quanto le bustine, che contengono gelificanti e conservanti, servono solo a migliorare l'aspetto donando colori vividi e consistenza gelatinosa.
Tutte cose che non voglio.
Il barattolo, una volta aperto, si conserva per una settimana o dieci giorni in frigo.
Quindi, praparate il vostro calderone e metteteci:
- 3 kg di mele pulite, sbucciate e tagliate a tocchetti
- una tazza di uvetta non ammollata ( a scelta, se si mette all'inizio, l'uvetta si scioglie in tutt'uno con la mela, altrimenti si aggiunge, ammollata nell'ultima mezz'ora-venti minuti di cottura se si vuole intera)
- 2 cucchiaini colmi di cannella in polvere
- 1 bicchiere di marsala
- 250 gr di zucchero di canna
- una scorza di limone
- 1 bustina di pinoli ( anche questi, io li ho messi subito, ma se preferite, potete aggiungerli verso la fine per averli croccanti, magari dopo averli tostati brevemente in un padellino. Io li ho messi subito per avere una consistenza omogenea, ma forse ho sbagliato!).
Si cuoce, dal momento del bollore, per 3 ore, mescolando di tanto in tanto e avendo cura di far bollire piano, con la fiamma al minimo.
Dopo 2 ore e tre quarti, quindi potete eventualmente aggiungere uvetta e pinoli.
In particolare questa ricetta non ha bisogno di bustina perchè le mele hanno già una sostanza gelatinosa al loro interno che renderà il tutto deliziosamente..............delizioso!

Salted caramel (salsa al caramello salato)


Il caramello salato..o il mou, che dir si voglia.
Un vero attentato alla linea, ma bisognava provarlo, no?
E purtroppo è anche molto facile e veloce da fare.
Io l'ho fatto con.
-350 gr di zucchero
in un pentolino a fuoco medio.
Scaldandosi, lo zucchero si scioglie a un certo punto (mi raccomando, bisogna mescolare in continuazione!) formando un caramello denso e uniforme.
Io ho usato lo zucchero di canna, anche se in tutte le ricette si raccomanda zucchero normale, ma vi assicuro che è venuto benissimo.
Quindi, prima regola: mescolare senza mai smettere.
Ho iniziato mescolando lo zucchero con un cucchiaio di legno.
Appena lo zucchero si è sciolto uniformemente e senza grumi, bisogna prendere una frusta e aggiungere, sempre mescolando furiosamente
- 200 gr di burro
E schizzerà, spruzzerà e farà un gran casino, ma imperterriti e imperturbabili, bisogna mescolare velocemente.
Appena ottenuto un composto uniforme (ci vogliono circa 4 minuti), si versa poco a poco
- un barattolo di panna fresca (250 gr)
continuanado a mescolare per incorporarla.
A fine aggiunta, si lascia bollire per 1 minuto e voilà!
Togliendolo dal fuoco, si aggiungono
- 2 cucchiaini rasi di sale
e si mescola bene (che novità).
Finchè è caldo si può mettere nei barattoli, e a temperatura ambiente avrà una splendida consistenza fluida e spalmabile, non più liquida.
Si conserva per una settimana (se ce la fate a farvelo durare) e potete usarlo per spalmare le fette biscottate alla mattina, o così:


avendo cura, dopo aver fatto la ciambella, di bucherellarla con lo stuzzicadenti per far penetrare meglio il caramello all'interno (scaldatelo un poco al microonde prima, così tornerà liquido!).
O ancora, potete semplicemente aprire il vasetto e buttarci dentro il cucchiaio....................