venerdì 7 novembre 2014

Marmellata natalizia

             
Ovvero marmellata mela-uvetta-cannella-pinoli.
Sì, aveva un nome talmente lungo che 'natalizia' è meglio.
Ho iniziato ad avere una passione per le marmellate: mettere pentoloni sul fornellone, aggiungendo di tutto  per poi far bollire il calderone...lo trovo rilassante.
Io poi non aggiungo pectine, bustine o gelatine.
Preferisco un prodotto genuino e senza aggiunta di conservanti, in quanto le bustine, che contengono gelificanti e conservanti, servono solo a migliorare l'aspetto donando colori vividi e consistenza gelatinosa.
Tutte cose che non voglio.
Il barattolo, una volta aperto, si conserva per una settimana o dieci giorni in frigo.
Quindi, praparate il vostro calderone e metteteci:
- 3 kg di mele pulite, sbucciate e tagliate a tocchetti
- una tazza di uvetta non ammollata ( a scelta, se si mette all'inizio, l'uvetta si scioglie in tutt'uno con la mela, altrimenti si aggiunge, ammollata nell'ultima mezz'ora-venti minuti di cottura se si vuole intera)
- 2 cucchiaini colmi di cannella in polvere
- 1 bicchiere di marsala
- 250 gr di zucchero di canna
- una scorza di limone
- 1 bustina di pinoli ( anche questi, io li ho messi subito, ma se preferite, potete aggiungerli verso la fine per averli croccanti, magari dopo averli tostati brevemente in un padellino. Io li ho messi subito per avere una consistenza omogenea, ma forse ho sbagliato!).
Si cuoce, dal momento del bollore, per 3 ore, mescolando di tanto in tanto e avendo cura di far bollire piano, con la fiamma al minimo.
Dopo 2 ore e tre quarti, quindi potete eventualmente aggiungere uvetta e pinoli.
In particolare questa ricetta non ha bisogno di bustina perchè le mele hanno già una sostanza gelatinosa al loro interno che renderà il tutto deliziosamente..............delizioso!

Nessun commento:

Posta un commento

cosa ne pensi??